FAQ

FAQ di We are Geek di Settembre 2018

Inauguro oggi questo nuovo appuntamento mensile: FAQ (ovvero Frequently Asked Questions) di We are Geek. Parleremo oggi di informatica in generale, GNU/Linux, Windows e di vita da Geek. Almeno per i primi appuntamenti ho in mente FAQ prettamente teoriche e/o filosofiche.

Argomento 1: Informatica  in generale

Quali sono i componenti base di un sistema operativo?

Come si vede dallo schema un sistema operativo è formato da alcuni componenti base:

  • Boot Loader: necessario per avviare il kernel del sistema operativo (non presente nello schema)
  • Kernel: fa da tramite tra l’hardware e l’interfaccia utente (contiene tutti i driver delle periferiche)
  • Interfaccia utente: può essere testuale (shell) o grafica
  • Programmi: ovviamente si trovano sullo stesso livello della shell (essendo anch’essa un programma)

faq

Ulteriori informazioni su Wikipedia.

Perché Android viene associato a Linux?

Perché Android, sistema operativo per smartphone e tablet sviluppato da Google, utilizza il kernel Linux.

Vorrei un dual boot, conviene installare prima GNU/Linux o prima Windows?

Windows storicamente crede di essere l’unico sistema operativo presente nell’universo fregandosene altamente di quello che “vive” sul computer e prende pieno possesso del settore di avvio del nostro amato disco fisso. Così facendo cancella di fatto ogni boot loader usato da Linux (il più comune è GRUB) e da altri sistemi operativ. Ripristinare il boot loader Linux non è una cosa difficilissima ma si fa prima ad aggirare il problema.
La risposta è quindi prima Windows e poi GNU/Linux (molto più tollerante, simpatico e profumato).

Boot loader a che serve?

Il boot loader è quel componente del sistema operativo che si occupa dell’avvio del sistema.  Grub è il boot loader per GNU/Linux al momento più in uso.Con Grub possiamo avviare Linux, Windows (richiamando di fatto Windows loader) , ecc.
Di solito troviamo due voci di avvio per GNU/Linux (normale e di ripristino), l’utilissimo memtest (per controllare lo stato della nostra memoria RAM) e l’avvio di altri sistemi operativi, nei computer più recenti troviamo anche una voce per aprire il setup del BIOS.

Argomento 2: Gnu/Linux

Perché lo chiami Gnu/Linux e non semplicemente Linux?

E’ una delle lotte (fin ora solo verbale) più vecchie della storia dell’informatica. Ti basti sapere che una distribuzione GNU/Linux può dirsi tale se ha due componenti principali: il kernel Linux (cuore del sistema operativo, cioè colui che si occupa di far interagire l’hardware con il software) e le utility GNU. Viene da se che la distribuzione completa è una distribuzione GNU/Linux.
Esistono anche sistemi operativi che fanno uso del kernel Linux senza le utility GNU, il più famoso è Android.

Cosa è sudo e come funziona

GNU/Linux è un sistema operativo nato per le reti informatiche, è incentrato quindi sulla multi utenza e la sicurezza. Quando si installa una distribuzione si va a creare un utente che avendo privilegi minimi ha bisogno di essere elevato ad amministratore per eseguire operazioni che necessitano di più potere. Di solito tali operazioni sono quelle che possono portare a modifiche importanti al sistema operativo come l’installazione di aggiornamenti e/o la modifica di file di sistema. Avendo un utente con privilegi minimi si evita di incappare in molti problemi comuni su altre piattaforme, un virus potrebbe infettare solo i dati presenti sulla home dell’utente senza potervi uscire.
Per elevare i privilegi molte distribuzioni usano sudo. Tale comando permette di:

  • lanciare un comando con privilegi di amministratore (no parametri aggiuntivi)
  • aprire una sessione di terminale con privilegi di amministratore (opzione -s)
  • aprire una sessione di terminale direttamente come amministratore. In questo caso si opera come amministratore, si usano quindi le configurazioni proprie dell’utente root (opzione -i). Non preoccupatevi ho in programma un articolo sull’argomento

sudo richiede sempre la password dell’utente e mai quella dell’amministratore (di solito disabilitato nelle distribuzioni che usano sudo)
Quando si lancia un programma grafico che richiede permessi di amministratore viene aperta una finestra che ci richiede la password. Siamo di fronte ad un frontend grafico di sudo (gksu, kdesudo, ecc.).
Altre distribuzioni usano su che differentemente da sudo necessita che l’utente root resti attivo e loggabile.

Posso loggarmi direttamente via testo?

In alcuni casi si rende necessario accedere per via testuale, ad esempio per sbloccare un programma che rende inutilizzabile la sessione grafica, con GNU/Linux è molto semplice.
Ogni distribuzione che si rispetti mette a disposizione 7 (o più) sessioni (di cui una o più grafiche). Per navigare fra di esse usiamo la combinazione di tasti CTRL ALT F1-7.
Storicamente la sessione grafica  vive per default sulla settima sessione (CTRL ALT F7) ma molte distribuzioni moderne la hanno spostata sulla prima (CTRL ALT F1). In ogni caso per raggiungere velocemente una sessione testuale usiamo (CTRL ALT F2).
Le sessioni citate in questa FAQ si chiamano tty, si parla quindi di tty1 quando usiamo CTRL ALT F1, tty2 con CTRL ALT F2, ecc.

Argomento 3: Windows

Non voglio attivare la mia copia di Windows è possibile?

No. L’attivazione di Windows è necessaria per certificare che la nostra copia è originale e in uso con una licenza valida. Un Windows non attivato è da considerarsi in prova. Prima o poi smetterà di funzionare.

Ho un PC con Windows preinstallato ma è pieno di programmi inutili posso reinstallare da una iso di Windows presa dal sito Microsoft e rimettere i miei driver?

La risposta è NO. Le licenze OEM (quelle appiccicate a forza sui PC) non possono essere utilizzate al di fuori dei supporti forniti dal produttore del PC. Quindi possono essere usati solo con i DVD di ripristino o con la partizione di ripristino.
La soluzione è comprare una licenza non OEM o disinstallarsi a mano tutti i programmi inutili.

I messaggi all’interno delle finestre di errore di Windows gli scrive una persona normale?

Dipende da cosa intendi per persona normale. Se per te una persona normale è quella che riesce ad allacciarsi le scarpe da solo la risposta è NO.
Se intendi altro fammi sapere così analizzeremo il problema più a fondo.

Argomento 4: Vita da Geek

Ma i Geek si accoppiano?

Questa si che è una FAQ (che si legge come fuck), una domanda fondamentale di quelle da togliere il fiato e/o il sonno.
La risposta è si. I Geek sono esseri umani dotati di organi riproduttivi (chi più chi meno) e notizia delle notizie riescono a interagire con l’altro sesso (o con lo stesso sesso, dipende dalle preferenze).
Quasi tutti i Geek hanno figli che non somigliano al postino o all’idraulico. Alcuni somigliano addirittura all’amico Geek.

Vorrei diventare un Geek come si fa?

Parafrasando Totò: Geek si nasce non si diventa. Potresti essere già un Geek senza saperlo (pensavi di non poterti accoppiare fino a pochi minuti fa quindi rifiutavi l’idea). Eccoti alcune frasi a mo di test:

  • Senti l’impulso irrefrenabile di comprare oggetti tecnologici del quale potresti tranquillamente fare a meno. Tipo un orologio con il contapassi pur essendo atletico come un divano, una tazza di guerre stellari, un mini computer, un nuovo smartphone, un nuovo tablet, un nuovo portatile, un nuovo ….. (aiuto mi sono fatto prendere la mano)
  •  Preferisci leggere in digitale anche se l’ebook reader anche se nei posti affollati c’è sempre chi ti disturba propinandoti la sua visione del libro digitale o ti chiede cos’è l’oggetto che hai in mano.
  • Sei uno di quelli che chiede cos’è quell’oggetto
  • Smonteresti il tuo cane se fossi sicuro di trovarvi dentro delle parti robotiche (mi raccomando accertati di saperlo rimontare)
  • Da ragazzino mentre tutti i ragazzi della tua età leggevano Harry Potter o Topolino (con un giornaletto particolare all’interno) tu leggevi libri di programmazione C (senza giornaletto, tanto raggiunto il capitolo del puntatori si ammoscia tutto).
  • Ti piacciono gli articoli di questo sito.
  • Ti stai chiedendo dall’inizio dell’articolo dove puoi trovare l’omino lego di We are Geek e speri di trovare la risposta in queste FAQ

Se ti rivedi in almeno una di queste affermazioni complimenti sei un Geek.

Autore dell'articolo: fabrizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *